Rubrica Federmobili Giugno

img-rubrica-giugno-2018.jpg

Il codice etico

La trasparenza e il funzionamento del mercato
nella distribuzione di mobili e arredamento a tutela di:
pubblico, soggetti imprenditoriali, professionali e consumatori.

L'associazione Federmobili, in collaborazione con la Camera del Commercio Metropolitana di Milano-Monza-Brianza-Lodi ed i soci Imprenditori, adotta il Codice Etico. Si tratta di disposizioni preliminari e principi generali che attraverso idee, proposte, pareri e progetti, mirano a rendere più utile e proficua la vita associativa e l’appartenenza a Federmobili, che provvede all’aggiornamento del Codice e ne promuove la divulgazione.

I soci aventi scopi compatibili con quelli di Federmobili, si impegnano a:

• agire secondo i principi e norme dell’ordinamento giuridico e del presente Codice;

• osservare puntualmente i principi e le norme del Codice per la protezione dei dati personali e successive modifiche;

• agire con integrità nei confronti dello Stato, della Pubblica Amministrazione, dei Partiti politici e di ogni Istituzione;

• osservare i principi di lealtà e correttezza nei confronti di tutti i soggetti (pubblici e privati);

• promuovere i diritti dei consumatori e agire nei loro confronti con la massima trasparenza e correttezza;

• tutelare l’ambiente nel progresso economico sostenibile ecologicamente;

• collaborare con Federmobili nelle iniziative a favore dello sviluppo del settore arredamento.

Inoltre tutti i soci imprenditori si impegnano, come fondamento e scopo della propria attività, a recepire le esigenze dei clienti per soddisfarle al meglio e ad informare preventivamente questi ultimi dell’esistenza del Codice Etico, rispettan do almeno quattro degli otto standard di qualità. Lo stesso principio di rispetto e correttezza reciproca deve essere riportato anche fra i soci imprenditori (concorrenti e fornitori) e deve basarsi su competenza professionale, capacità d’innovazione, qualità dei prodotti e dei servizi offerti, oltre al rapporto qualità prezzo. Il rapporto fra soci imprenditori e fornitori è basato, oltreché sulla contrattazione delle migliori condizioni commerciali, anche su altri fattori quali: costanza e cura della qualità sia a livello di prodotto che di servizi offerti, capacità di azioni correttive, rispetto dei tempi di consegna, trasparenza della distribuzione ecc....        Anche i dipendenti e i collaboratori si impegnano ad applicare i Contratti collettivi ed individuali di lavoro e comportarsi sempre con correttezza ed equità nei confronti di dipendenti e collaboratori, permettendo la crescita professionale anche grazie al coinvolgimento in iniziative di formazione e nel perseguimento degli obiettivi aziendali, ad evitare discriminazioni di qualsiasi genere e ad osservare le norme a salvaguardia della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il Codice Etico vuole diffondere le migliori pratiche e una corretta informazione, nonché le disposizioni internazionali, comunitarie e nazionali in corso, attraverso i nuovi contratti, stipulati anche con la mia partecipazione come rappresentante della distribuzione indipendente;

• Contratti Tipo per la vendita di mobili e beni di arredamento

• Contratti Tipo per la vendita di mobili e beni di arredamento online.

Strumenti importanti per il nostro settore.

di Pia Nicolodi

Consigliere Nazionale di Federmobili

IT
EN