Rubrica Federmobili Marzo

img-rubrica-marzo.jpg

La contrattualistica Federmobili

 

Per acquisti sicuri e trasparenti…

 

Come spesso ho ribadito, siamo in un particolare periodo di transizione con tanti cambiamenti per il nostro modus operandi. Da tempo perciò si cercano soluzioni per affrontarlo nella maniera più appropriata e positiva. Federmobili, a tale proposito, ha elaborato modelli contrattuali di tipo aperto e non vincolante, per la regolamentazione dei rapporti delle imprese di arredamento e dei consumatori, oltre alle organizzazioni che li rappresentano. Dopo un lavoro intenso ed impegnativo di stesura, trattativa e revisione (che ha visto coinvolti oltre a Federmobili nelle persone del presidente Mauro Mamoli, del direttore Laura Molla, dei consiglieri delegati Stefano Calzavara e la sottoscritta Pia Nicolodi, i funzionari della Camera di Commercio di Milano, l’esperto giuridico avv. Giulio Rufo Clerici e le associazioni Assoutenti Lombardia, Casa del Consumatore, Codici per i Diritti del Cittadino e Coniacut) si è giunti alla versione definitiva dei testi.

Il 19 febbraio sono stati presentati in anteprima alla stampa e agli operatori istituzionali i nuovi strumenti messi a disposizione, in particolare:

  • Contratto tipo per la vendita di mobili e arredamento in negozio
  • Contratto tipo per la vendita di mobili e arredamento online
  • Codice etico per gli imprenditori associati a Federmobili.

Si tratta di strumenti che agiscono come meccanismi di regolazione del mercato, nel rispetto di legge, avendo come fine la tutela di tutti gli interessi coinvolti, come già detto dei consumatori e delle imprese, in modo da garantire il bilanciamento delle contrapposte esigenze e al tempo stesso rispetti la libera concorrenza di mercato.

Ciò che si auspica, in considerazione delle molte novità contenute nei tre nuovi strumenti – come lo stesso Presidente Mamoli ha commentato – è che vengano utilizzati dal maggior numero possibile di rivenditori Italiani: da tutti coloro che vogliono differenziarsi, anteponendo correttezza e professionalità, da quanti rispettano i loro clienti e sanno dare un valore ai servizi erogati. Questi momenti di difficoltà portano energia di cambiamento e sono quindi momenti positivi, nei quali è possibile emergere, reinventarsi e fare scelte coraggiose perché non si può sempre agire nello stesso identico modo. Trovo di fondamentale importanza aver avuto l’opportunità di partecipare alla realizzazione di strumenti utili in grado di unire i miei colleghi del settore, progettisti, imprenditori e consumatori per un confronto costante nel rispetto delle regole.

Ribadisco il motto “l’unione fa la forza”, diventato ormai il mio cavallo di battaglia!

di Pia Nicolodi

Consigliere Nazionale di Federmobili

IT
EN